venerdì 3 giugno 2016

Salone Internazionale del LIBRO di Torino. Edizione delle meraviglie.


Inizia così, con la pioggia battente, un'avventura durata quasi una settimana: il tempo necessario per dare vita allo stand dell'AIKIKAI D'ITALIA (Associazione di cultura tradizionale giapponese che promuove l'AIKIDO in Italia) all'interno del salone dei saloni: il grande palco del SALONE DEL LIBRO DI TORINO edizione 2016, riservato alle persone che scrivono ... parlano ... pubblicano ... nel nostro caso non mi piace dire combattono, preferirei scrivere che si ALLENANO!


Il giorno prima!

Per la prima volta mi ritrovo dall'altra parte del bancone, nei panni di chi deve ALLESTIRE e non visitare. E quando si tratta di una PRIMA VOLTA, qualcosa colpirà la nostra attenzione. Camminando lentamente quasi desideroso di fuggire, tra decine di scatoloni, uomini fortissimi capaci di spostarli, altri attentissimi capaci di trasformarli in bellissimi stand, ero PREOCCUPATISSIMO perchè dentro di me pensavo a tutto quello che mi sarebbe potuto servire per montare lo stand e che puntualmente mi sono dimenticato di portare!!
Mentre il signor E. che ha montato stand per 20 anni in giro per l'Italia era tranquillissimo! Sorridendo mi dice "guarda che se chiedi, la maggior parte delle persone qualcosa ti darà!"
... e così ... col transpallet imprestato dallo stand della STAMPA, una tenda presa in prestito dallo stand della POLIZIA, il nastro adesivo di un gentilissimo LIBRAIO, lo stand dell'AIKIKAI d'ITALIA è venuto su senza problemi!!!!
Che meraviglia quando le persone collaborano, sono capaci di superare ostacoli di ogni genere e per quanto si sbaglia, si dimentica, ci si prende inevitabilmente i giro, tra le persone che collaborano non ci sono rancori (violenza). Quasi un miracolo!

Appena entrati nell'area espositiva, muletti, transpallet, cestelli aerei, lampeggianti, avvisatori acustici, camion, decoratori, elettricisti, un esercito di persone SPOSTA, VERNICIA, ALZA, AVVITA, TAGLIA, MONTA, PULISCE!! Entro sera TUTTO deve essere pronto!

Che non venga in mente di  intralciare le persone che lavorano con futili motivi!! Anche il più antico dei dinosauri aspetta composto in assoluto silenzio il suo momento presso lo stand della puglia!

Fotografia: RUOLI. C'è chi trasporta, c'è chi dirige, c'è chi controlla, chi distrugge, chi costruisce, che imita, chi fa ridere, chi polemizza, chi inventa, chi prepara, poi c'è l'uomo da POSTER, cosa non faremmo pur di avere un ruolo!


Fotografia: Bacco Lù in persona pronto per scaricare il pallet di riviste e libri da posizionare nello stand!

Fotografia: il Maestro del Dojo Shin-Ai, Alberto Leis, controlla meticolosamente ogni fase del momtaggio dello stand. Esattamente come quando svolge le tecniche dell'Aikido: la posizione del piede, la rotazione delle anche, la forma che assume la mano, la direzione dello sguardo! Non si può trascurare nessuno di questi dettagli se vogliamo che la caduta assuma un sapore diverso, completamente opposto allo scontro, alla lotta, alla forza brutale. Un sapore che sa di armonia, quella che affiora quando due persone, improvvisamente, decidono di collaborare ...

Fotografia: lo stand è pronto!!!!! ... il mini TATAMI (pavimento di materassini morbidi) per mini CADUTE, funziona!! Per quattro giorni CHIUNQUE può provare l'ebrezza di una caduta seguita da veri e propri esperti in fatto di CADUTE!! Questi uomini si allenano da DECENNI a cadere dalle più svariate posizioni ... e rialzarsi come se nulla fosse. Roba da gatti!!! ... oops scusate scusate: roba da maestri!

DAVANTI A TUTTI!

L'imbarazzo di esibirsi davanti agli sconosciuti passanti visitatori di un salone del libro (non di arti marziali!!!) è tangibile soprattutto per me che sono appena praticante. Eppure una volta salito sul tatami, sono bastati quei pochi istanti di riscaldamento e tutto è diventato familiare, naturale. ma la parola è un'altra: cimentarsi anche per pochi istanti nelle tecniche dell'Aikido davanti a persone incuriosite o infastidite che fossero è stato DIVERTENTE! L'assordante vociare del salone intero SCOMPARE completamente, gli occhi imbarazzati dei visitatori diventano allegri e a turno molte persone si sono concesse nella loro caduta!


Controllato? I libri ci sono tutti!!! Durante la notte verrà fatta la MIRACOLOSA pulizia per rimuovere non so quanti quintali fra imballaggi, cartone, pallet e tutto ciò che rimane dall'allestimento ... e tutto sarà pronto: si va in scena!

Fotografia: quella che vedete è la CODA per assistere ad uno dei NUMEROSISSIMI eventi organizzati in giro per il salone. Scrittori più o meno famosi, comici, politici, è impressionante la mole degli argomenti trattati e di autografi che ho visto firmare!
Mentre la partecipazione è dettata da regole SCONOSCIUTE: alcuni scrittori avevano un pubblico di una manciata di persone, Nino Frassica ha riempito mezzo capannone, per non parlare di Salvini e Zalone! Purtroppo non sono arrivato in tempo per fotografare Samantha Cristoforetti che all'età di 39 anni è riuscita già a trascorrere non so quanti mesi nello spazio tornando viva!!

Fotografia: la mia lettura indimenticabile ... c'era un racconto di un signore che aveva trovato delle bollicine. Così le chiamava lui e dentro quelle bollicine potevi tuffarti per riemergere ogni volta in un altro tempo ... non avrei voluto smettere di leggere!











Fotografia: i gusti, si sa, sono differenti per ciascuno di noi. L'impressione è che ci sia almeno un libro per ciascun visitatore! 

Messaggio per i lettori: visitando il  salone del libro in quell'abbondanza scritta, mi veniva da pensare che non ci sarà più niente da dire, nè da scrivere! Ma la velocità con la quale tutto avviene fa allungare il collo oltre, come a cercare tutte quelle MERAVIGLIE che ancora devono arrivare!

Anche questo vuol dire praticare Aikido.

Dal Dojo SHIN-AI è tutto ... se non è per me, VA BENE. Luigi Bacco allievo praticante.